Trekking in estate: la parola d’ordine è “comodità”

Il trekking? Semplicemente una delle passioni più vive in Italia, non solo per via della bellezza dei nostri paesaggi ma anche per merito di quella sensazione di pace e libertà che solo questa attività sa dare. Basta mettersi lo zaino in spalla per cominciare ad essere padroni del proprio destino: fra boschi e percorsi, sentirsi tutt’uno con la natura è davvero impagabile. Guai, però, a dare tutto per scontato: in estate le cose possono farsi più complicate, per via del caldo ma anche per gli sbalzi di temperatura. 

Il nostro zaino, dunque, dovrà essere pronto per affrontare ogni tipo di sfida: farlo non è facile come sembra, perché lo spazio a nostra disposizione è limitato e bisogna gestirlo in modo intelligente. Ad ogni modo, la parola d’ordine per il trekking in estate è sicuramente “comodità”: è indispensabile essere comodi per godersi il più possibile i panorami che potremo osservare durante le escursioni.

Cosa portare con noi?

L’abbigliamento dovrebbe avere la precedenza su tutto il resto, perché da esso dipende il nostro grado di comodità. Cosa portare con noi, dunque? Innanzitutto dobbiamo pensare alle scarpe: è bene scegliere un paio di calzature adatto al percorso che abbiamo deciso di intraprendere. Dunque dovrebbero essere confortevoli e adeguate a qualsiasi condizione meteorologica. È sempre consigliabile provarle prima di acquistarle, per essere certi che vadano davvero bene. 

Poi si arriva all’abbigliamento vero e proprio: anche in questo caso, dovrà essere pratico oltre che comodo. Meglio preferire canottiere e T-shirt di tessuti traspiranti, per non soffrire per il caldo e il sudore. Nei mesi caldi, poi, sono praticamente indispensabili gli shorts, reperibili anche nei negozi online come YOOX, dove si possono scegliere tra moltissimi modelli sportivi. Un ultimo consiglio: mai dimenticare la maglia termica in pile e un paio di pantaloni lunghi, da indossare in caso di temperature più basse della media o in caso di vento, soprattutto nelle ore serali.

Come distribuire i pesi all’interno dello zaino?

Il trekking è un hobby divertente e gratificante, ma anche molto stancante, e può diventare quasi proibitivo se non si è bravi a bilanciare in modo corretto il peso all’interno dello zaino. Come preparare il bagaglio, evitando che possa diventare un freno o una limitazione? È meglio rispettare le regole del baricentro del nostro corpo, dunque evitare di mettere le cose più pesanti sul fondo. Gli oggetti più pesanti dovrebbero infatti essere più aderenti alla parte centrale della colonna vertebrale, e non nella parte inferiore. La zona lombare non va appesantita, dunque si consiglia di posizionare il peso all’altezza delle spalle. 

Il peso non è comunque l’unico problema relativo al trekking e al backpacking: anche la comodità e la facilità di accesso al contenuto dello zaino è importante e sarà meglio sistemare gli oggetti che dovremo utilizzare spesso nelle tasche superiori o laterali.

La regola per una sana attività di trekking in estate deve essere sempre la comodità: è un modo per rendere questo sport più divertente e più leggero.

View this post on Instagram

Un gruppo meraviglioso, di quelli rari. Tutti uniti, sereni, curiosi. Grazie a voi ho capito che in qualche modo in questi 2 anni non mi sono limitata a sfornare proposte di viaggi ed escursioni ma a creare una vera connessione al di là del digitale, una community viva, amicizie, legami. C'era gente dal Veneto, dall'Emilia Romagna, c'era il vicino di casa, c'era un grande assortimento di età ed esperienze diverse. Fare tutto questo senza aziende, sponsor, tour operator alle spalle ma solo un'idea lanciata a voi e la collaborazione con un'altra persona con interessi comuni non ha prezzo. Vedere il sold out un mese prima senza nemmeno aver dovuto divulgare l'evento è impagabile. Non posso dirvi altro che GRAZIE per questo regalo enorme che mi avete fatto e continuate a fare ogni giorno. C'è una bella differenza tra avere 50,000 followers e 2/3000 persone realmente interessate a camminare insieme. Happiness is a state of mind ❤️

A post shared by Marika Ciaccia (@my_life_in_trek) on

Articolo precedenteTrekking al Lago Nero in Val Formazza
Ferrino Transalp e Zephyr: gli zaini del viaggio in Perù post cover image

Ferrino Transalp e Zephyr: gli zaini del viaggio in Perù