Trekking in Alta Val Formazza per ammirare ben 6 laghi in soli 3 giorni. Segna la data: dall’8 al 10 luglio 2022.

Percorsi immersi nella montagna selvaggia, quella ricca di roccia e cristalli di quarzo, laghi che sembrano specchi turchesi e una natura impressionante.

sabbioni
La copertina del mio libro, scattata al Lago dei Sabbioni

Il nostro programma

Giorno 1 – venerdì 8 luglio: Lago Morasco + Lago dei Sabbioni

Dalla diga del Lago Morasco (1743 m) i sentieri praticabili al momento sono due, uno prende la direzione dell’Alpe Bettelmatt, che faremo al ritorno, mentre all’andata saliremo per un tratto più ripido che comprende una parte su pietraia.

Una volta giunti al Lago dei Sabbioni la vista è strepitosa, si ammirano davanti a noi i ghiacciai dell’Arbola e Sabbioni, che negli ultimi anni hanno visto un brusco ritiro, lasciando una nota di amarezza in chi ha potuto osservare la differenza. Al  rientro toccheremo la Piana dei Camosci e faremo sosta al Rifugio Città di Busto. Scenderemo per stretti tornanti fino all’Alpe Bettelmatt (2090 m), dove viene prodotto l’omonimo, pregiato formaggio. L’Alpe si presenta con una distesa verde percorsa da un torrente dalla quale si possono ammirare le cime dell’Arbola, Hohsandhorn, Blinnenhorn, alte oltre 3000 mt. Concluderemo l’anello escursionistico al rifugio Bim Se dove pernotteremo.

Dislivello positivo: circa 1000 m  Lunghezza percorso: circa 16 km

Morasco-sabbioni
Lago di Morasco

Giorno 2 – Sabato 9 luglio: Lago Morasco + Lago Vannino + Lago Sruer

L’ escursione al Passo di Nefelgiù ( 2583 m) ed ai laghi Sruer e Vannino è un giro classico della val Formazza. I panorami sui due laghi e sulla Punta d’Arbola ripagano pienamente della fatica.

Partendo dal rifugio Bim Se arriveremo all’Alpe Nefelgiù, un ampio pascolo da cui inizia una ripida salita per il passo, da cui si godrà un’ottima vista, quasi a 360 gradi.
Scenderemo al rifugio Margaroli e al lago Vannino, dove riposeremo prima del rientro dalla medesima via.

Dislivello positivo: 1300 m Lunghezza percorso: 16 km

vannino
Lago Sruer

Giorno 3 – Domenica 10 luglio: Lago Morasco + Lago Kastel + Lago Toggia

Dal paesino Walser di Riale cominceremo la nostra salita percorrendo una panoramica strada sterrata che permette di ammirare dall’alto l’abitato di Riale e il Lago di Morasco.

La strada sterrata ci porterà fino al lago Kastel,  uno splendido specchio di acqua turchese nel quale si riflettono le alte cime delle montagne circostanti. Ad est del lago si impone la maestosa piramide del Kastelhorn (3128 m) mentre lungo la sponda opposta scorre una stradina sterrata che porta fino al Lago Nero a 2440 m di altitudine. Noi, dal lago Kastel  percorreremo in poco tempo un sentiero semplice che ci condurrà  alla diga del Lago Toggia e al rifugio Maria Luisa.  Concluderemo la nostra escursione tornando al rifugio Bim Se dove recupereremo le nostre cose.

Dislivello positivo: 750 m  Lunghezza percorso: 10 km

kastel
Lago Kastel

Difficoltà

Le escursioni proposte si svolgeranno su sentieri escursionistici e prevedono diverse ore di cammino giornaliero, è richiesto quindi un buon grado di allenamento a camminare in montagna. 
Poiché pernotteremo sempre nello stesso rifugio (raggiungibile anche con le auto), per le nostre escursioni sarà sufficiente uno zainetto leggero. Il resto dell’attrezzatura non necessaria per l’escursione potrà essere lasciata in rifugio.

Dormire in rifugio

Scegliere di soggiornare in un rifugio vuol dire condividere e confrontarsi con una realtà diversa da quella di tutti i giorni. Non ci sono camere singole, ma si dorme in camerate, si mangia a tavola tutti assieme e si usano bagni in comune. Si abbandonano le convenzioni e i comfort per acquisire una riconciliazione con la natura e una condivisione con chi la ama.

sabbione
Lago dei Sabbioni

Quota di partecipazione

120 € a persona  

La quota comprende

  • Servizio accompagnamento di 2 guide escursionistiche certificate

La quota non comprende

  • Costo pernottamento in rifugio con formula 1/2 pensione (55€ a persona a notte , da pagare direttamente in rifugio)
  • Spese trasporto per raggiungere il punto di ritrovo e tornare a casa

Come iscriversi

  • Compilando il Modulo presente in fondo a questa pagina
  • Se hai bisogno di informazioni puoi contattarci telefonicamente o tramite whatsapp ai numeri 3463695866 (Marika) – 3807853596 (Peppe) o tramite mail a uno dei seguenti indirizzi:
    life.in.trek@gmail.com  – info@pampatrek.it  
  • Termine iscrizioni: entro e non oltre il 20 Giugno  (fino a esaurimento posti)
ultra raptor la sportiva
Verso il Lago Vannino dal Passo Nefelgiù

Informazioni importanti

Questa è un’escursione di alta montagna, per tanto è importante portare indumenti adatti agli imprevisti anche in piena estate.

Gli itinerari possono subire variazioni in considerazione di eventi fisici e metereologici e della condizione psico-fisica dei partecipanti.

Per il primo giorno consigliamo di portare il pranzo al sacco da casa. Per il giorno successivo è possibile acquistare dei panini in rifugio. 

E’ una buona usanza comunicare alla guida, in fase di prenotazione, eventuali problemi di salute, allergie ad animali o erbe, problemi alle ginocchia o caviglie, situazioni di salute particolari che la Guida dovrebbe sapere per gestire al meglio la giornata ed eventuali situazioni di soccorso. (comunicare eventuale diabete o interventi recenti, ecc). Ovviamente come dato sensibile non sarà divulgato in nessun modo a terzi o ad altri partecipanti del gruppo.

Ogni partecipante dovrà leggere, accettare e impegnarsi a rispettare tutto ciò che è riportato nel regolamento pubblicato qui.

Attrezzatura obbligatoria

Zaino, scarponcini (possibilmente non nuovi, ma già usati), borraccia d’acqua (almeno 1,5 L), pranzo al sacco (il secondo giorno è possibile acquistare dei panini in rifugio), lampada frontale,  giacca a vento con membrana impermeabile, magliette maniche corte, magliette maniche lunghe, calze tecniche, un pile o maglione, cappello, guanti, telo in microfibra/accapatoio, crema solare, occhiali da sole, copricapo, copri zaino antipioggia, smartphone personale, eventuali medicinali che si devono assumere ad orari stabiliti (es. pastiglie per la pressione, colesterolo ecc.…), spirito di adattamento.

Attrezzatura consigliata

Bastoncini da trekking, binocolo, macchina fotografica, batterie di riserva per luce frontale, tappi auricolari e\o certosini nasali per la notte in rifugio, frutta secca e/o disidratata, barrette energetiche, coltellino multiuso, il sorriso.

kastel
Attorno al lago Kastel