Tirolo

Tirolo: oltre ogni immaginazione

Il Tirolo mi ha stupito. Certo, si sente spesso parlare dell’Austria in termini positivi, ma qui ho proprio percepito un rispetto della natura e un perfetto scambio tra essa e l’uomo.

Potremmo tranquillamente dire che il Tirolo è un esempio da seguire, se vogliamo proteggere i nostri sentieri e goderli appieno nel rispetto di essi.

Qui descrivo il mio itinerario di 8 giorni attorno ad Innsbruck, tra Alpbachtal, Kufstein e Seefeld.

Seefelder Spitze

Come arrivare in Tirolo

Io e Cristiano di Viaggiovero.com abbiamo preso il treno OBB Ferrovie Austriache. La tratta di riferimento è quella che porta a Monaco di Baviera. Scendendo ad Innsbruck è possibile trovare molte coincidenze, bus, taxi per i paesi limitrofi.

Dove dormire in Tirolo

Pensavo che il Tirolo fosse molto caro e invece mi sono ricreduta. Si trovano facilmente b&b e altre soluzioni a partire dai 30 euro a notte, ma la qualità è decisamente elevata.

Si percepisce ovunque molta attenzione per i dettagli e, la cosa che ho maggiormente apprezzato, sono state le colazioni principesche ricche di prodotti locali.

Noi per una volta abbiamo deciso di trattarci bene e, visto il rapporto qualità prezzo favorevole, abbiamo optato per le strutture che vi inserisco di seguito.
Ne vale la pena? Sì. Anche solo per il fatto che ogni hotel mette a disposizione degli ospiti una card che offre sconti e la gratuità sugli impianti di risalita.

Alpbach: il paese più bello del Tirolo

Così viene definito Alpbach ed in effetti offre un paesaggio da cartolina.

Dove dormire: Hotel Boeglerof.

E’ un hotel tradizionale che accoglie persone da 200 anni. Oltre alla posizione vantaggiosa offre camere in legno con lettoni giganti a baldacchino e la spa, piccola e confortevole.

Anche qui i dettagli non vengono lasciati al caso e la struttura ospita i nostri amici a 4 zampe, riservando loro le stesse coccole dedicate ai padroni.

Cosa fare ad Alpbach:

  • Camminare lungo il percorso meditativo, immerso nei boschi e arricchito da installazioni didattiche e percorsi Kneipp .
    Se pensi ad un soggiorno ristoratore da queste parti potrebbe essere interessante correre lungo questi sentieri, fermarsi a meditare, respirare l’aria pulita e godersi i benefici dei percorsi Kneipp gratuiti.
  • dalla fine di giugno vale la pena salire sui monti per ammirare la fioritura delle rose alpine (rododendri), a cui viene dedicata anche una festa.
  • Visitare i paesini come Rattenberg o Brixlegg, pittoreschi.
  • La discesa lungo le rapide del fiume a bordo di copertoni di camion o trattori, insomma, mezzi pesanti 😀

Dove mangiare: se hai voglia di dolce non puoi perderti il vero strudel tirolese, preparato nel posto più tradizionale della zona, il Cafè Konditorei Hacker.

Se invece sei alla ricerca di una cena ti consiglio il ristorante Herrnhaus, a conduzione famigliare, dove o mangiato la carne migliore della mia vita (tra l’altro cacciata dai proprietari, non presa dalle grandi distribuzioni). Pagherei oro per averlo accanto a casa!

Come sono le montagne: Si cammina lungo sentieri ben tenuti fino ai 2000 m. Percorsi semplici ma molto panoramici.

Sito dell’ente turistico

Una cappella lungo il sentiero meditativo di Alpbach

Kufstein: ritorno alla modernità

Dove dormire: Art Hotel

Anche questo hotel è in una posizione molto favorevole. Lo stile è decisamente più moderno e c’è la possibilità di avere la camera con vista sulla fortezza di Kufstein.

Cosa fare a Kufstein:

  • Visitare la fortezza Festung con calma, perdersi nelle vie ricche di storia e assistere al concerto di organi, ogni giorno alle 12 e, nei mesi estivi, alle 18. Con vento favorevole il suono dell’enorme strumento si propaga fino a 10 km.
  • percorrere il sentiero che costeggia il fiume Inn. E’ lungo circa 450 km ma si può fare un passo alla volta 🙂
  • passeggiare tra i tanti sentieri che costeggiano i laghi (balneabili) di Kufstein.
  • quello che ho preferito, camminare sui Monti del Kaiser.
    Vengono chiamate anche “piccole Dolomiti” perchè ci assomigliano molto, ma non arrivano ai 3000 m.
    Ci sono le Montagne Selvagge, con percorsi difficili e solo per esperti con attrezzature specifiche e quelli che abbiamo visitato noi, i Monti Addomesticati. Un nome interessante.

Come sono le montagne: Ho amato questi luoghi. Sono talmente rilassanti che ci siamo goduti il Qi-Gong con Harry, il nostro accompagnatore locale, abbiamo mangiato erbe spontanee e ci siamo rilassati ammirando un panorama incredibile.

Sito dell’ente turistico

Momenti di relax sui Monti del Kaiser

Seefeld: il luogo ideale per vacanze montane

Dove dormire: Hotel Krumers Alpin Resort & Spa

Nello stesso momento era in ritiro la squadra calcistica del Dynamo Kiev e soggiornava qui. Inutile dire che sono stata molto felice di condividere la sauna con i giocatori 😉

Cosa fare a Seefeld:

  • credimi, prendi il trenino funicolare Rosshutte e sali sul Seefelder Spitze. Qui puoi ammirare quello che posso ritenere uno dei panorami montani più belli che io abbia mai visto.
  • Forest Bathing con Verena Hiltopolt, che parla anche un po’ di italiano. Conosci questa disciplina? E’ un modo interessante per riprendersi il proprio tempo, immergersi nella natura e staccare dalle preoccupazioni quotidiane. Se ti può interessare approfondirò l’argomento, fammelo sapere con un commento.
  • percorrere il sentiero degli spiriti, con grate e ponti sospesi su un azzurrissimo fiume. Io soffro di vertigini ma ho potuto comunque apprezzarne la bellezza.

Sito dell’ente turistico

Scorcio del Seefelder Spitze

Vorrei poter mixare i luoghi a mio piacimento e ricrearmi un angolo di paradiso. Metterei sicuramente questa vista, il ristorante di Brixlegg, i sentieri di Kufstein.

Video dedicato ad Alpbach
Video dedicato a Kufstein
Video dedicato a Seefeld
Articolo precedenteGran Canaria: pericolo all’Arco del Coronadero
Trekking in autunno: 3 percorsi da non perdere e 3 consigli da seguire post cover image

Trekking in autunno: 3 percorsi da non perdere e 3 consigli da seguire