Campo dei Fiori di Varese e Grand Hotel abbandonato

Ricordi il Sacro Monte di Varese? Oggi andiamo ad esplorare altre bellezze del luogo. Varese si presta a molte attività outdoor e ora visitiamo il punto più battuto della provincia per gli amanti delle viste mozzafiato: il Campo dei Fiori.

Parco Regionale del Campo dei Fiori

Siamo al Campo dei Fiori, poco più in alto del Sacro Monte di Varese e qui si accede al punto più panoramico della città, il Piazzale Belvedere. Spiazzo da cui si possono ammirare i laghi sottostanti, le luci dell’aeroporto Malpensa e di buona parte della Pianura Padana. Si dice che nelle giornate più limpide sia possibile scorgere il luccichio della Madunina sul Duomo di Milano! Amanti della fotografia, questa tappa non può mancare e, se si ha voglia di ammirare le stelle, proprio accanto c’è l’entrata all’Osservatorio Astronomico GV Schiaparelli che organizza visite notturne.

Campo-dei-Fiori

I sentieri più belli del Campo dei Fiori

  • Dal piazzale Belvedere inizia il sentiero più famoso, che porta al Forte di Orino. E’ facile da percorrere, anche con bambini al seguito. Se sei fortunato (e silenzioso) non sarà difficile avvistare animali selvatici come i caprioli. Questo punto del Campo dei Fiori è tra i più suggestivi ed il Forte di Orino permette una vista circolare completa, senza ostacoli ad impedirne la visuale. Appunto era una postazione di vedetta durante la guerra e ancora oggi possiamo scorgerne le rovine.
  • Sul sentiero si nota anche una piccola deviazione, poco segnalata, salente verso il bosco. Siccome sono curiosa ho deciso di addentrarmici e quello che ho trovato dopo pochi minuti di cammino è un prato con vista panoramica, ottimo per pic-nic in tranquillità. (C’è anche una tettoia con tavoli in legno). Continuando il sentiero mi sono trovata alla Punta di Mezzo, un cucuzzolo con una visuale sulla zona sottostante a 360°! Il percorso non è per nulla impegnativo nonostante sia in salita, ma lo sconsiglio se ci sono bambini o animali (in questo caso fermatevi al prato) perché si cammina sulla cresta del monte ed è facile mettere un piede nel precipizio.

Campo-dei-Fiori

Campo-dei-Fiori

Il Grand Hotel Campo dei Fiori abbandonato

Sempre nei dintorni del Campo dei Fiori, non sarà difficile andare a visitare l’imponente Grand Hotel Campo dei Fiori. Nel ‘900 Varese, soprannominata la “città giardino“, era meta di villeggiatura prediletta per la nobiltà milanese. Parliamo di un tempo in cui fare 50 km significava un lungo viaggio e Varese offriva la comodità della città, ma anche il lato selvaggio e misterioso della montagna. In tanti hanno deciso di costruire la villa estiva nel verde, con lo stile architettonico liberty in voga nel periodo. Sono tutt’oggi presenti.

Tra le tante costruzioni nacque il Grand Hotel, con le sue 200 lussuose camere. Fu un intervento che cambiò radicalmente l’ambiente circostante Il flusso di turismo fu di grande portata, interrotto solo dalle due guerre mondiali ma verso gli anni ’50 un incendio devastò l’ultimo piano e da lì, dopo la chiusura della funicolare, cominciò il declino. Dopo gli innumerevoli furti che spogliarono l’hotel dal lusso, venne acquistato e adibito a base per le antenne radiotelevisive e telefoniche della città. Per preservarlo da vandalismo e ulteriori furti venne chiuso e messo sotto la protezione di un custode. Oggi è stato acquistato per diversi milioni di euro e non si sa ancora pubblicamente a cosa verrà destinato.

Campo-dei-Fiori

Speleologia al Monte Tre Croci

L’ultima tappa del nostro tour prevede l’adiacente Monte Tre Croci. Il nome è dovuto a 3 grandi croci poste sulla cima, dal significato cristiano. La particolarità di questa zona sta nelle meravigliose grotte sotterranee che ancora oggi vengono esplorate e studiate dagli speleologi. Una di queste è visitabile, per informazioni rivolgersi al gruppo CAI.

Ti è piaciuto il tour della Città Giardino? Seguono i video, per un’idea più precisa del luogo. Se ti va iscriviti al canale per non perdere le prossime gite!

Articolo precedenteMulini di Piero e Monteviasco: villaggi che riportano nel passato
Sacro Monte di Varese: la Via Sacra e il borgo di Santa Maria del Monte post cover image

Sacro Monte di Varese: la Via Sacra e il borgo di Santa Maria del Monte